premio renato giorgi, premio giorgi, XXII premio giorgi, sasso marconi, il golem femmina, golem femmina, simonetta sambiase, met sambiase,

Poeti e poete ritornate a Sasso Marconi: XXII premio Giorgi

Aspettando Jolanda Insana sabato 5 marzo a Sasso Marconi, c’è da metter mano al lavoro poetico inedito perché è partito il bando 2016 del premio Giorgi. Buona poesia a tutti\e noi. premio renato giorgi, premio giorgi, XXII premio giorgi, sasso marconi, il golem femmina, golem femmina, simonetta sambiase, met sambiase,

premio giorgi

Annunci

Ma Natale c’è ancora? La raccolta completa di Carte Sensibli

Un lungo lavoro quello di “… ma Natale c’è ancora”,  l’invito del blog ad aprirsi alla replica,  ad una domanda di fede in tempi in cui la Fede non ha più connotati esclusivamente religiosi. Aver fede nella possibilità di rinascere al mondo e forse a se stessi. Ad una “chiamata” che possa arrivare o essere sentita. A un dubbio a cui rispondere. Non lasciare che gli aggettivi diventino iperboliche indignazioni e solitudini, essere nell’essere e ancora vivere. O fermarsi, all’opposto di quel flusso del nulla in cui si è trascinati. Vi invito a leggere la raccolta completa dei versi dei tanti poeti che hanno raggiunto una risposta all’invito della domanda di Carte Sensibili.

http://cartesensibili.wordpress.com/2013/12/25/ma-natale-ce-ancora-raccolta-completa/#comment-11146

Natale 2103

Se si è perso o no Dio 

non è accaduto mentre si incartavano i regali nell’ Ipermercato.

 

(tratta da  La risposta,

poesia di Meth Sambiase

nella raccolta di  Carte Sensibili  per Natale 2013)

Rispondiamo all’appello dei trentatré nomi di Dio

e guardiamo le mani alzarsi nell’assenza

fuori, è il giorno della sua nascita

per chi crede che sia ancora acerbo il mondo

il pudore dell’intermittenza della fede

e l’anima un vaso da riempire e tracimare. 


Neobar. E Meth. Grazie a Doris Emilia Bragagnini e Abele Longo

http://neobar.wordpress.com/
da La (quasi) ballata del figlio e del mondo 

http://neobar.wordpress.com/2013/01/22/meth-sambiase-%C2%AD-la-quasi-ballata-del-figlio-e-del-mondo/#comments

Un gioco a rimpiattino con il senso della vita, un tam tam lanciato verso il proprio centro, un richiamo alla propria natura lontana nel tempo, eppure quotidiana nell’osservarsi allo specchio per mettersi a posto una ciocca ribelle, così come i suoi versi.

Un pubblico ringraziamento

a Doris Emilia Bragagnini che ha lasciato le sue parole nelle mie

e ad Abele Longo

Grazie.

Meth nella stanza di Nightingale

I versi  (di Meth) racchiudono molto desiderio di uscire allo scoperto per riscattarsi dai tranelli dell’esistenza, la forza di imparare ancora per sbagliare ancora, o forse di  ritornare indietro e guardare ciò che si è fatto e ricordarlo come fosse la prima volta.

(dalla recensione critica di Federica Galetto)

La stanza di Nightingale
collage digitale di Federica Nightingale

http://lastanzadinightingale.blogspot.it/2012/11/meth-sambiase.html

(dagli inediti per La Stanza)

Allora lei, aspetta di risorgere
così tornando indietro bestemmierà su se stessa
artigliando con le unghie
ma il viaggio sarà breve
– siate comodi –
dalla riva del Nilo al suo delta
solo un volo di mosche
a perdersi in una resurrezione.
***
da Leporis (in)canti Matrigni per La Stanza
E’ nel limite
pur si gode la forma che dissolve
una curva piena d’acqua
e fra le mani le cosce, a contare
il trascorrere corporale del disgelo
e tu dici che la colpa è nell’essere
di marzo nata in sottoveste
ghirlanda di sirena in allarme
che gode a girare le spalle e gli abiti
a chiazze di chimera negli armadi;
il canto della nuova stagione
se arriverà, ne scioglierà di brina i sensi.

Inediti su The Cats Will Know

ARCHEOLOGIA UMANA

(foto di Rafael Navarro)

(I)

Con torsione

avvitava il fiato

nei campanelli

e concentrica, ai cinque anelli

di Atlantide le sue malesistenze

s’insuffavano di buio

e quando la depressione l’affossava

e tanto la fossa le colmava il derma

si dissacrava, da ogni Altro

e nel sempre,  tornava a vivere

in Orizzonte.

E lei lo chiamava a sé cambiandogli nome

-Apocalisse, trattami bene-

gli diceva scuotendogli le gambe.

thecatswillknow2012.wordpress.com/

nda

Ringrazio I Gatti per avermi chiesto di miagolare insieme.