Epifania d’autore. Il cavallino di fuoco di Majakovskij

chagall, befana 2017, exosphere, simonetta sambiase, met sambiase, il golem femmina,

Mentre aspettiamo la Befana 2017, una poesia di Vladimir Majakovskij dedicato alla gran cura del giocare.

http://www.cinquecolonne.it/la-befana-delle-rime-rotte.html

 

IL CAVALLINO DI FUOCO
Il bambino chiede al padre:
“Vorrei tanto un bel cavallo,
ho deciso che da grande
vorrò essere cavaliere.
E per questo a cavalcare
voglio adesso incominciare”.
Anche il babbo si è convito
e decidono di andare
un cavallo a comperare.
Colmi sono gli scaffali
d’ogni sorta di balocchi;
nel negozio invece ahimé
di cavalli non ce n’è!
Cosa dire? Cosa fare?
Sì… dal mastro si può andare
che i cavalli sa approntare.
Questo mastro pensa e dice:
“Qui ci vuole un buon cartone
per piantare l’ossatura
che va fatta con gran cura!”
Tutti e tre in fila indiana
vanno dritti alla cartiera.
“Carton fino o carton grosso?”
chiede ai tre un omaccione.
E da loro tre bei fogli
del migliore cartoncino
e la colla da spalmare
perché possa ben saldare.
Cavalcare: una parola!
Non si corre senza ruote.
Vi provvede il falegname
con prontezza e precisione.
Svelto e alacre in un minuto,
taglia, pialla, sega, lima…
e le ruote eccole qua.
Ora manca la criniera!
Via di corsa per cercare
fra le setole e le spazzole,
chi dia loro la maniera
di crear coda e criniera.
Ben gentile è l’artigiano
che è contento di donare
peli e ciuffi in quantità.
Che distratti! Che sbadati!
Chi ha pensato per i chiodi?
“Ecco a te quel che ti serve”
dice il fabbro compiacente.
Con i chiodi e il cartoncino,
con le setole e la colla
ben sbiadito è il cavallino.
Un pittor dobbiam trovare!
Un pittore ecco è già pronto
ben felice di aiutare
il cavallo a colorare.
Per nessuno c’è più tregua,
la giornata è laboriosa
col migliore materiale
costruito è l’animale.
Tutti insieme in gran daffare
incollando e ritagliando
or preparano zampe e dorso
or gli mettono un gran morso.
Batti e batti sopra il chiodo,
lima e pialla quelle ruote,
rosso e giallo usa il pittore
e il cavallo è uno splendore.
Trotta innanzi, trotta indietro:
come è ardente il suo galoppo!
Son turchini i grandi occhi,
macchie gialle ha sui ginocchi.
Con l’incedere marziale,
con la sella di gran pregio,
con la ricca bardatura,
va col bimbo alla ventura.

Vladimir Majakovskij, il cavallino di fuoco.

 

volantino-befana-2017-hq

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...