dove risiede la nostra identità…..

 

“L’esilio più duro è quello in cui non ci si sente più a casa in casa propria”

Azar Nafisi

 

golem femmina, azar Nafisi

 

Azar Nafisi, intervistata durante il festival Pordenone legge, da un giornalista dell’HP italiano, prima ancora di raccontare del suo ultimo libro, racconta se stessa e il suo Paese, l’Iran.

 

“Quando i regimi oppressivi del tuo Paese d’origine bruciano i libri e con essi la cultura, quando uccidono le persone solo perché vogliono imparare e conoscere, quando emanano leggi contro le donne, le minoranze, gli scrittori, gli artisti e i musicisti e dicono che gli studi accademici “sono nocivi” e – ancora – quando un ayatollah arriva a dire che le università sono “la fonte di ogni sciagura e più pericolose delle bombe”, non si ha molta scelta sul da fare.Per molti anni sono rimasta e ho cercato di combattere con il mio sapere e le mie conoscenze, poi ho deciso di trasferirmi negli Stati Uniti”  Ora : “Sono una cittadina americana ma per loro sono e sarò sempre un’iraniana-americana”

E chiude l’incontro con il pensiero al suo Paese:  “Per conoscerlo, non rivolgetevi alla situazione politica perché cambia continuamente. I governi vanno e vengono, ma rimangono solo i tratti di genio, come diceva Nabokov. L’Iran è colorato, sensuale, ma la bellezza è solo nella cultura, non nella politica.  Leggete le poesie perché è lì che risiede la nostra identità”.

 

 

 

riferimenti in rete

 

http://www.huffingtonpost.it/2015/09/22/ntervista-a-azar-nafisi-autrice-di-la-repubblica-dellimmaginazione_n_8177388.html?utm_hp_ref=italia-culture

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...