INIZIATIVE CARTESENSIBILI- CHIEDERE PERDONO, RINGRAZIARE, O…?

kosal khiev
kosal khiev

“Io seguito ad andare avanti”. Kosal Khiev.

CARTESENSIBILI

aldona michievich

aldona michievich.

Perdonare è un verbo terribile. La sua transizione è interiore e passiva, tutta svolta in veridicità di lemma, perché il perdono porta con se la verità dell’azione. Si transita e ci si pone a perdonare “in assoluto” altrimenti non si coniuga il perdonare, si converte il verbo in altri verbi. Non può infatti frazionare il perdono in modi di tempo (per adesso ti perdono) o in stato di moto  (finché riesco ti perdono) né può svolgersi il perdono in stratificazioni di esigenze vitali (ti perdono per riuscire a ricominciare, per sopravvivere a questo dolore, ti perdono perché così finisce tutto) né può subire un’imposizione esterna (tutti mi chiedono di perdonare). Altro stato di movimento del perdono è il suo passaggio dal personale singolare, intimo, all’atto fra due persone “io ti perdono tu perdoni me” al personale plurale…

View original post 783 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...