Sotto il cielo di Lampedusa – Antologia

sotto il cielo di Lampedusa

http://www.ilgiocodeglispecchi.it/libri/scheda/sotto-il-cielo-di-lampedusa

Dalla prefazione di Erri de Luca: i versi di questa raccolta somigliano a onde, stanno in una corrente che accompagna. Mettersi è il verbo di chi deve andare allo sbaraglio di un’emigrazione: mettersi nel viaggio. E’ carovana, pista nel deserto, in mani di mercanti di persone. Sono i peggiori: di qualunque altra mercanzia avrebbero premura di custodia e consegna. Il corpo umano è diventato la più redditizia delle merci. Occupa poco spazio e pure se non sbarca, non arriva a destinazione, ha pagato lo stesso. Naufraga da invincibile. Non può essere fermata la spinta di chi ha smesso di aspettare. Ogni persona delle miriadi che si mettono nel viaggio, si stacca da un’oppressione e si sporge sul vuoto. Questi versi plurali, irregolari, non possono riempirlo, ma vogliono tenere compagnia alla vita sospesa dei viaggianti.

blu

da SOTTO IL CIELO DI LAMPEDUSA

QUASI AD ESSER NOMI

Il vento trasporta i nomi

li gira li spira

e ho visto l’invisibile giro del mondo

la pioggia nei miraggi

il deserto e l’antica rosa dei mondi

che come vento mi attraversa

mi mischia e mi sottrae dalla superficie

quasi ad essere un niente

un’altra in un altro.

 

2C3E7B0B3D2820A6CB030C3DFF11531C

Annunci

2 pensieri su “Sotto il cielo di Lampedusa – Antologia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...