L’impegno al ricordo. Via delle belle donne ospita il racconto del tre novembre a Modena.

“Spetta a noi, tutti insieme, vigilare

perché la nostra società sia una società di cui  andare fieri”

Stéphane Hessel

il cielo di lampedusa

Ringrazio Federica Galetto e il blog Via delle belle donne per aver ospitato il mio racconto della giornata modenese deIl Cielo di Lampedusa, che ha raccolto l’impegno dei 100thousand poeta for change e delle comunità somale ed eritree al ricordo del naufragio inumano avvenuto un mese prima nel mare delle nostre coste siciliane.

Ne trascrivo la parte finale, per tutto l’articolo, vi invito su http://viadellebelledonne.wordpress.com/2013/11/09/il-cielo-di-lampedusa/

…….
E’una scelta di campo, con i mezzi che ognuno ha. I poeti hanno la poesia, una via naturale è quella di permettere alla poesia di esercitare ora ed ancora ora un impegno civile, perché le voci dei poeti restituiscono la vita, non l’accidia. L’accidia è  un modo di agire metabolizzato da parte dell’italiano qualunquista, questo, quello di liberarsi dalle voci dell’indignazione e della commozione lasciando agli altri la forma per costruire il futuro che alla fin fine liberi i mari dai fantasmi dei morti. Il futuro possibile siamo noi stessi e noi stessi ne siamo responsabili come individui, invece (parafrasando Sartre). Gli accadimenti di Lampedusa sono il passato? I morti in fondo al mare nella carcassa di una scafo sepolti sotto gli occhi televisivi da un funerale che teneva fuori il dolore degli affetti dei familiari in nome del gran pavese di Stato sono il passato? Quanto tempo è passato? Un mese? Un viaggio?

Simonetta Sambiase

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...