Pale, pale hands – Elizabeth Siddal

 Elizabeh Siddal

(Elizabeth Siddal)

elizabeth siddal, red

Quanto può rafforzare l’evocazione di uno stato d’animo l’uso ripetuto dello stesso aggettivo?
Elizabeth Siddal, nelle sue poche poesie arrivateci, ha indicato “nell’eco” di un aggettivo un segno rafforzativo di un dolore, di un’inquetudine malinconia o forse rassegnata ad una sorte faticosa da affrontare. Leggendole ieri sera quell’eco  mi costringeva a fermarmi dentro il verso, bloccava la lettura come un segnale rosso.  Poi spostandomi sulla traduzione italiana, (almeno del mio libricino) ho rilevato che non c’era traccia alcuna di queste ripetizioni. E’ uno scialo: se un’autrice sceglie di rafforzare la voce di un aggettivo in un verso bisognerebbe rispettarlo, ma naturalmente la traduzione poetica (o in genere, la traduzione) non è una scienza matematica. In ogni modo, alla fin fine, è stato un modo per ricordare Lizzy nel mio blog.

AT LAST

di Elizabeth  Eleanor Siddal (l)

O mother, open the window wide
And let the daylight in;
The hills grow darker to my sight
And thoughts begin to swim.

And mother dear, take my young son,
(Since I was born of thee)
And care for all his little ways
And nurse him on thy knee.

And mother, wash my pale pale hands
And then bind up my feet;
My body may no longer rest
Out of its winding sheet.

And mother dear, take a sapling twig
And green grass newly mown,
And lay them on my empty bed
That my sorrow be not known.

And mother, find three berries red
And pluck them from the stalk,
And burn them at the first cockcrow
That my spirit may not walk.

And mother dear, break a willow wand,
And if the sap be even,
Then save it for sweet Robert’s sake
And he’ll know my soul’s in heaven.

And mother, when the big tears fall,
(And fall, God knows, they may)
Tell him I died of my great love
And my dying heart was gay.

And mother dear, when the sun has set
And the pale kirk grass waves,
Then carry me through the dim twilight
And hide me among the graves.

Annunci

2 pensieri su “Pale, pale hands – Elizabeth Siddal

  1. A volte, anche la traduzione può essere vista come un esercizio matematico quando si parla di fedeltà al testo originale dell’autore. Se un autore citasse dieci volte una parola, io traduttore dieci volte la citerei. Perchè alla fine tutto torna, le dieci ripetizioni, i punti e le virgole. Tutto deve tornare. L’empatia della traduzione va applicata in abbinamento all’esattezza, alla fedeltà del testo. Questo sempre, salvo quando impossibile per varie ragioni. Ma questa è una scuola di pensiero a cui non tutti aderiscono. Legittimo. Grazie Meth per questa perla di Elizabeth Siddal.

  2. Federica, grazie. Riscrivo il tuo passaggio: “Se un autore citasse dieci volte una parola, io traduttore dieci volte la citerei”. E suggerisco anche delle riflessioni di Lorenzo Mari apparse in rete ieri. “Se è legittimo nutrire una certadiffidenza verso la trasposizione e la traduzione in un’altra lingua e in un’altratradizione letteraria di forme che non le sono proprie, e se è ancor piùgiustificato il timore verso la “tirannia dell’haiku” che fa tante vittimeinconsapevoli presso quella che è, a tutti gli effetti, e tautologicamente, la cosiddetta“poesia inconsapevole”, mi sembra necessario notare la diversità, in questopanorama, di una plaquette come “Viaggio di un guerriero senz’arme” (L’ArcaFelice, 2012) di Andrea Garbin. I 18 haiku e i 2 tanka “a 4 mani” – firmati daGarbin insieme a Manuela Dago – sono un esercizio consapevole e maturo all’internodi un processo di traduzione che, oltre a essere pericolosamente scivoloso, è,in sé, intellettualmente faticoso”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...