tessere (I)

la bolla

La bolla primaria

la primogenita, l’epigrafe femmina

di me e d’oltre

sulle settimane,

nei mesi, immutata di tempo

l’invitava a saltarLe i  bottoni,

i fili, le corde, le travi…

Neroscuro d’immagine 

ti ho chiamato forse io?

Annunci

4 pensieri su “tessere (I)

  1. Oscuro e trasparente l’ignoto primigenio, sottigliezza alla deriva, densità minimale, monile cognitivo, temporale, femminile.
    Onnivoro è il destino di chi si denuda in maniera esplosiva, i frammenti eonici della madre eterna, l’assenza che si sgrava del nulla, altra stella nella firmamento di cartapesta.
    Cosmonauta d’idee appena di te e d’oltre con ego immutata.
    Nella bolla di sapone, abissi senza vertigine, un ritorno alla giostra d’infiniti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...